Supporti di carico e imballaggi

Mezzi ausiliari per il trasporto

I mezzi ausiliari per il trasporto hanno il compito di rendere trasportabili le merci. Un trasbordo di merci meccanico e possibile solo grazie ai mezzi ausiliari di trasporto (o supporti di carico). Esempio:

  • Pallet, box

  • Roll container, roll pallet

  • Imballaggi di trasporto riutilizzabili, casse, contenitori, cassette.

  • contenitori a griglia, telai, coperchi

  • sacchi (big bag) per merci sfuse

  • container

Non esiste una definizione completa dei mezzi ausiliari per il trasporto. A seconda del settore, vengo inclusi nel concetto anche imballaggi speciali come casse, ad esempio per macchine, barili e contenitori per merci (ad esempio chimica).

Supporti di carico.

I supporti di carico sono mezzi ausiliari per la costituzione di una di carico. Essi servono per gestire in modo razionale le merci nell'immagazzinamento (esempio: euro pallet).

Unità di carico

L'unità di carico (unità di trasporto) sono costituiti da supporti di carico, imballaggi di trasporto e fissaggio merce. Esse contengono una gestione razionale e uno sfruttamento ottimale dello spazio dell'immagazzinamento e dei trasporti. (Esempio: euro pallet più diverse scatole di cartone come imballaggio per il trasporto fissati su palette con un nastro in materia plastica).

Funzione dell'imballaggio

· Contenere

· Proteggere

· Parte integrante del prodotto

· Veicolare messaggi

· Funzione logistica

Gli imballaggi sono contenitori o involucri di prodotti, essi sono stati spesso sviluppati anche come mezzi ausiliari di trasporto.

L’ Imballaggio deve adempiere a una funzione straordinariamente importante nell'intera catena logistica. Esso protegge il prodotto dalla fornitura alla produzione fino alla distribuzione ai consumatori. Esso è, insieme a supporto di carico e al fissaggio merce, un componente essenziale per l'ottimizzazione delle esecuzioni logistiche e per la riduzione dei rifiuti.

Termini relativi agli imballaggi

Imballaggio di vendita

Imballaggi di vendita sono contenitori o involucri diretti di prodotti. Essi vengono utilizzati dal consumatore fino a consumo. I multi Pack e set vengono opportunamente considerati come imballaggi di vendita.

Sovra imballaggi


I sovra imballaggi sono involucri di imballaggi di vendita. Essi non sono necessariamente richiesti per la protezione della merce, ma possono servire per le esigenze di self-service, per la protezione antifurto e per le informazioni sul prodotto. Se possibile devono essere evitati per motivi ambientali (esempio: scatola per tubetto dentifricio


Imballaggi multipli


Imballaggi multipli sono involucri più imballaggi di vendita o imballaggi esterni. Essi non sono necessariamente richiesti per la protezione della merce ma possono servire per le esigenze di gestione di trasbordo. Se possibile gli imballaggi multipli devono essere evitati per motivi ambientali.


Imballaggi di trasporto


Imballaggi di trasporto sono contenitori o involucri di più imballaggi di vendita, esterni o multipli. Essi proteggono la merce dal produttore fino al punto vendita consentendo, inoltre, una gestione razionale dei prodotti nell'immagazzinamento e nel trasporto. In caso eccezionali, gli imballaggi di trasporto possono essere impiegati nel punto vendita anche come imballaggi display.





Requisiti logistici ed ecologici degli imballaggi

Ridurre i rifiuti

Le indicazioni seguenti si riferiscono soprattutto agli imballaggi di vendita. L'imballaggio deve richiedere un impiego minimo di materiale per imballaggi, garantendo la funzione protettiva.

  • Imballaggio dei prodotti deve essere sostituito sempre più da sistemi di refill (ricambio) utilizzo ridotto di materiale di imballaggio.

  • Le denominazioni dei prodotti devono venire riportate, nei limiti delle possibilità tecniche, direttamente sull'imballaggio senza impiego aggiuntivo di ulteriore materiale di imballaggio.

Riutilizzo

L'imballaggio.


· In caso di sistema multiplo di imballaggio esso va adottato in base alle relative norme e deve consentire quote elevate di circolazione.

· Deve consentire che parti funzionali dispendiose (ad esempio dispositivo di spruzzo nei detergenti per finestre) possono essere riutilizzati del consumatore.


Riciclaggio.


In caso di un sistema usa e getta, l'imballaggio deve essere costituito da materiale di imballaggio riciclabile, eco compatibile e dotato di adeguata marcatura, oppure deve essere costituito da elementi di ausilio per l'imballo per i quali esiste un sistema capillare di riciclaggio dei materiali, inoltre deve essere marcato con colori no qui per l'ambiente.


Imballaggi usa e getta e riutilizzabili

I requisiti relativi agli imballaggi cambiano e aumentano continuamente. Oggi viviamo uno sviluppo sempre più dinamico dei vari ambiti di influenza:

  • esigenze e requisiti dei consumatori.

  • Esigenze sociali (nazione/Stato).

  • Esigenze economiche (industria degli imballaggi).


Tra i fattori più importanti, tutti gli ambiti influenza includono gli aspetti ecologici nei propri requisiti.

Nella scelta di nuove forme di imballaggio i seguenti criteri fanno la differenza e devono essere pertanto garantiti:

  • Funzione protettiva.

  • Funzione di logistica.

  • Funzione di comunicazione pubblicitaria.

  • Funzione legislativa (legale).


Imballaggi riutilizzabili

· Bottiglie a rendere

· bottiglia di vetro.

· Imballaggi nel settore della cosmesi (Ad esempio confezioni).

Strumenti ausiliari di trasporto riutilizzabili

· Contenitore di bottiglie di bibite

· Dispo Box (imballaggio per trasporto via posta)

· Supporti di imballo sostitutivi EUR (palette/ supporti/coperture)

· contenitore a griglia

Compiti dell'imballaggio

I diversi requisiti dell'imballaggio possono essere riassunti nei seguenti sette ambiti:

1. Funzione protettiva e di garanzia

un buon imballaggio mantiene unita la merce evitandone la perdita e la riduzione di qualità ma proteggendo anche l'ambiente circostante, aspetto questo fondamentale ad es. per i prodotti chimici, e l'utente del contenuto stesso (ad es. Imballaggio a prova di bambini per detergenti eccetera).

2. Funzione di trasporto e di immagazzinamento (funzione logistica)

La merce deve coprire un percorso più o meno lungo dal produttore al consumatore. Ciò significa che essa deve essere reso trasportabile magazinabile e non deve deteriorarsi. Una gestione deve essere possibile con i mezzi di trasporto e di immagazzinamento moderni che operano in maniera razionale. Soltanto grazie all'imballaggio è possibile soddisfare questo requisito.

3. Funzione di vendita

L’imballaggio è una sorta di “giornale” per il consumatore. Essere in forma in modo completo su tutte le caratteristiche della merce imballata su composizione, elaborazione, utilizzo, peso, prezzo, durata e molto altro ancora. Il legislatore utilizza l'imballaggio per comunicare al consumatore tutto ciò che prescrivono le leggi da lui emanate. In questo modo l'imballaggio viene sfruttato appieno dal consumatore.

4.Funzione di servizio

Oltre alle funzioni già menzionate, determinati imballaggi offrono servizi supplementari: ad esempio l'imballaggio e le stoviglie quelli consumo di un vasetto di yogurt. Alla casalinga viene risparmiato il travaso in un altro recipiente. Il contenuto può essere portato in tavola direttamente nell'imballaggio (burro/ricotta/ecc.).

5.Funzione di porzionamento

Imballaggio consentono acquisto razionale. È possibile scegliere tra confezioni singole, confezioni famiglia, confezioni multiple, imballaggi multipli e confezione multi pacco ecc…

6.Funzione legale

Imballaggio consente di soddisfare requisiti di norme e leggi. Esempi: norme igieniche, legge sui generi alimentari, legge su pesi e misure, obbligo di indicazione del prezzo, dichiarazione dei componenti degli alimenti, obbligo di indicare la quantità, indicazioni sulla durata.

7. Funzione ambientale

Imballaggio non deve più inevitabilmente inquinare l'ambiente. Ciò significa che l'ambiente deve essere coinvolto il meno possibile nella produzione e nel successivo smaltimento. Tale obiettivo dovrebbe già essere considerato pienamente nello sviluppo del prodotto.

Imballaggi di trasporto e dispositivi di scambio

Base normativa

La base normativa per gli imballaggi di trasporto e dispositivi di scambio è il modulo ISO con le misure 400 × 600 mm. Nella norma iso 3394 è stabilito il modulo di base per imballaggi di trasporto rettangolari. Così come il multiplo e il suo opposto in millimetri e in pollici. (millimetri = mm e inch = 2.54 cm). Tutte le misure unificate sono misure di superficie, le misure di altezza non sono stabili. La standardizzazione di imballaggi i mezzi asporto consente, ad esempio, una palettizzazione razionale ed economica.

Dispositivi di scambio EUR

Pallet EUR


Sono considerati i dispositivi di scambio euro: pallet, telai e assi di scambio che rispetto alla norma euro. Il dispositivo di scambio più conosciuto con le misure e 800 × 1200 mm È il Pallet euro (era chiamato precedentemente a "tipo 1”). Esso venne introdotto in Europa dopo la guerra è diffuso soprattutto tramite le ferrovie.


Per una dimensione interna utilizzabile di un ponte a bilico o di un container pari a 2,48 m e possibile sistemare a seconda della situazione, due o tre pallet l'uno accanto all'altro. Ma ciò risultano le seguenti possibilità di carico:


Tipo Lunghezza m. numero pallet

Automotrice 6 m. 15 pallet

Rimorchio 8 m. 20 pallet

Semirimorchio a pianale 7 m. 17 pallet

Semirimorchio 12 m. 30 pallet

Semirimorchio 13,2 m. 33 pallet


Oltre agli EUR pallet vi sono dispositivi di scambio specifici per settore, come ad esempio il pallet per la chimica. Dimensione possono essere diverse:

1000X1300 mm

1140x1140 mm

1100x1300 mm

Come supporto di carico viene inoltre impiegato un grande numero di pallet usa e getta. Questi valgono tuttavia come imballaggio e non come dispositivi di scambio. In Europa vengono impiegati circa 300 milioni di pallets. Trà il 70% e l’80% dei supporti di carico sono i palletts con le misure 800 X 1200mm.





Procedura di scambio- criteri di scambio - pool system

Con l'EUR pallet unificato o anche con il pool pallet, già negli anni Cinquanta, fu introdotto lo scambio di pallet nel quadro di un pool aperto. Un pool aperto non richiede associazioni nè tasse.

In esso sono ammessi diversi tipi di scambio di pallet:

  • interscambio (ricevo un pallet e ne do in cambio uno vuoto.

  • Scambio a fonte di buono (accetto un pallet e do un cambio un buono che da diritto all' acquisto successivo).

  • Tenuta di un "conto pallet"(vengono elencati i pallet ricevuti consegnati. Generalmente un tale conto viene tenuto tra due partner. Dopo un determinato periodo viene effettuato un conteggio e il conto viene regolato).

Criteri di scambio

Per lo scambio di EURO pallet valgono le seguenti regole:

  • Pool aperto

  • Pool system (chiuso)

Un pool aperto funziona solo se i concetti qualitativi dei diversi partecipanti al pool coincidono in un certo qual modo. Per quanto riguardagli EURO pallet, negli scorsi anni i criteri di scambio ufficiale si sono rivelati non più sufficienti.In circolazione vi erano sempre più pallet a buon mercato ma di qualità insufficiente per cui non era possibile reclamare in bastia criterio scambio ufficiali.

Le carenze qualitative più frequenti nei dispositivi di scambio

Coprono un’ampia fascia di aspetti difettosi:

1. insufficiente spessore del materiale

2. insufficiente qualità di lavorazione

3. pessima qualità del legno

4. chiodatura insufficiente

5. infestazione di muffa

Per affrontare tali carenze qualitative si è affermata la European Pallet Association (EPAL), che ha emesso standard più severi in materia di tipo di costruzione ed etichettatura di pallet di scambio.

Pool chiuso (esempio CHEP)





Rispetto al Pool aperto per il pool chiuso è necessaria un’associazione. Il gestore del pool offre ai partecipanti al pool prestazioni prezzi concordati.

  • I supporti di carico non vengono acquistati pensi noleggiati. Nel noleggio sono inclusi i costi per le riparazioni e per la raccolta.

  • I pallets non vengono scambiati. Ogni mittente informa il gestore del pool (ad es. CHEP) sul numero di supporti di carico e sul luogo della spedizione.

  • I supporti di carico vuoti vengono consegnati ad un punto di raccolta dove vengono ritirati dal gestore del pool.

  • Nei prezzi è inclusa la manutenzione dei supporti di carico (smistamento, pulizia, riparazione ecc.)

Per quanto concerne i supporti di carico, diverse aziende in svizzera, soprattutto aziende commerciali di grandi dimensioni, puntano sul pool chiuso CHEP (Commonwealth Handling Equipment Pool)


Di questo sistema fanno parte i "pallet blu". Questa idea di business è originaria dell'Australia. Nel frattempo l'azienda si è affermata in tutto il monda nei 38 stati. Oltre ai pallet consueti secondo la norma EURO tipo 0, I e II nell'assortimento vi sono micropallets (400x 600mm) e pallet USA (1020 X 1220mm) La caratteristica principale dei pallet CHEP sono i supporti di carico di colore BLU.

3 visualizzazioni
Fenice
Via Francesco Daverio, 70
21100 Varese
P.iva:  03768260121
Tel:     +39 342 0417242
  • LinkedIn Icona sociale
  • Facebook