Organizzazione e logistica di magazzino

Il management deve compiere alcune scelte che riguardano alcune aree d' intervento:

  • UTILIZZO DEGLI SPAZI AZIENDALI

L' utilizzo degli spazi fisici dell'azienda riguarda il trasferimento in aree di proprietà dell'impresa oppure di aree affittate a terzi. L' impresa infatti può esternalizzare alcune fasi dell'attività industriale, l'imballo o il magazzino spedizione. Questo processo consente maggiore flessibilità in termini di utilizzo del personale.

  • SPOSTAMENTO DEI BENI AZIENDALI.

L' insieme delle decisioni che riguardano gli spostamenti delle merci e delle materie all' interno dell'impresa costituiscono il materiale handling. Di questo fanno parte:

-Il lay-out generale dell'impresa particolarmente il lay- out di magazzino.

Il magazzino deve essere inserito razionalmente nella catena produttiva dell'impresa. La funzione principale del lay-out di magazzino è di semplificare gli spostamenti dei prodotti e del personale all' interno dell'impresa, quindi tutte le varie fasi: accesso, accettazione, inserimento, stoccaggio, scaffalatura, uscita, devono essere il più' armoniche possibile.

  • I MEZZI DI TRASPORTO INTERNO

Il management può scegliere tra trasporto continuo (nastri trasportatori ecc.) e trasporto discontinuo (carrelli elevatori a mano o elettrici).

Alcune imprese per lo smistamento interno delle merci possono ricorrere al super terminal cioè ad elaboratore elettronico automatico.

- l'imballaggio: scatoloni di cartoni, casse di legno, avvolgimenti in plastica, a seconda del tipo di trasporto (via mare, cielo e terra) che la merce deve affrontare.

  • L' ORGANIZZAZIONE DEGLI SPAZI DEL MAGAZZINO.

Ogni spazio del magazzino ha un valore economico quantificabile in termini monetari.

Es. per risolvere il picking, cioè il problema di gestione dei prelievi di magazzino, dove i clienti richiedono merci diverse ed in diverse quantità creano un pesante lavoro per il personale, è importante creare una mappatura degli ordini presenti in magazzino in modo di non raggiungere il massimo dell'occupazione dell'area.

  • CONSERVAZIONE DEGLI SPAZI.

I singoli beni vengono di solito inscatolati e depositati sul pallet (raggruppamenti omogenei su specifiche piattaforme), per essere poi prelevati o trasportati. i vantaggi della palettizzazione sono:

  • La stabilità e la compattezza delle scorte, con la massima riduzione dello spazio utilizzato;

  • La possibilità di un rapido controllo visivo, in particolare di tipo quantitativo: i pallet sono in vista e consentono un’immediata percezione dei beni accatastati;

  • La possibilità di un rapido spostamento, mediante elevatori manuali o a corrente elettrica, all' interno del magazzino e dal magazzino alla produzione.

  • CAPACITA DEL PERSONALE.

Le mansioni del personale di magazzino, richiedono particolare attenzione: si pensi al controllo dei pezzi in entrata, al loro inserimento nelle scaffalature, alla conservazione e manutenzione e al loro carico o scarico a mezzo terminale. In fine il personale si deve occupare delle fasi che riguardano la spedizione della merce o dei prodotti finiti, in particolare all' attenzione richiesta per l 'imballo.

Il servizio svolto dal personale di magazzino incide sulla soddisfazione del cliente e sul corretto funzionamento dell'impresa, per questi motivi la precisione è di fondamentale importanza. l'utilizzo di un efficiente sistema informativo e l’applicazione di procedure informatiche alla gestione delle scorte è il miglio supporto alla gestione di magazzino.

La rete informativa dell'impresa infatti, consente di tenere sotto controllo in tempo reale le scorte del magazzino interno o eventualmente esterno, di verificare per quali ordini e commesse sono stati utilizzati determinati pezzi, di effettuare statistiche sui consumi, di ipotizzare il futuro andamento del mercato. Da tutte queste informazioni dipendono:

1. La programmazione del processo produttivo

2. Il coordinamento tra l 'approvvigionamento e la fase di trasformazione

3. l'attendibilità delle risposte e dei tempi di consegna dati ai clienti

4. la costruzione di piani industriali e commerciali di breve/medio termine

5. La contabilità generale deve essere collegata al magazzino poiché in questo reparto vengono rilasciati documenti accompagnatori relativi alle merci e ai prodotti in uscita.


Scaffalature


  • Scaffalature porta pallet

Permette di accedere direttamente ad ogni unità di carico presente in magazzino senza la necessità di spostare altra merce.

Costo per posto pallet decisamente competitivo rispetto ad altre soluzioni. Si adatta facilmente alle diverse tipologie di carico.


  • Scaffalatura leggera a ripiani

Adatta allo stoccaggio e prelievo manuale della merce. Per prodotti di piccole e medie dimensioni. Viene spesso abbinata a strutture soppalcate o a scaffalature porta pallet.


  • Scaffalatura "Driven in"

Adatta a magazzino con prodotti omogenei in unità di carico uniforme.

Per magazzini con prodotti stagionali. É la scaffalatura più adatta se si vuole sfruttare tutta l'altezza del magazzino evitando di sovrapporre le unità di carico tra di loro.


  • Scaffalatura cantilever

Scaffalatura specifica per prodotti in cui una delle tre dimensioni è preponderante (profili, barre, ecc.).

Normalmente il prodotto è depositato direttamente sulla scaffalatura.

Viene anche fornita con i ripiani per poter accogliere diverse tipologie di unita di carico.


  • Soppalcature

Vengono utilizzate per aumentare la superficie calpestabile del magazzino e quindi la sua capacità di stoccaggio.

Adatte per la gestione di prodotti di piccole dimensioni con bassi livelli di rotazione.

Nell'ambito delle soppalcature vengono utilizzate scaffalature leggere a ripiani.


  • Scaffalature a gravità


Adatta a magazzini con prodotti omogenei di alta rotazione posti su unità di carico uniforme e di ottima qualità

Viene adottato questo sistema di stoccaggio quando si ha la necessità di adottare il FIFO (first in first out) nello stoccaggio a blocchi.


  • Scaffalature su basi mobile


La scaffalatura tradizionale è appoggiata su delle basi mobili che scorrono su dei binari fissati a pavimento. Le scaffalature sono "compatte" e (normalmente)esiste la possibilità di avere un solo corridoio.


Questa soluzione viene adottata quando il prodotto ha un basso indice di rotazione ed è necessario risparmiare spazio in magazzino.

É opportuno dotare il magazzino di un software di gestione delle attività in modo tale da organizzare in modo ottimale le aperture dei corridoi.


  • Magazzini auto portanti


Generalmente, sono strutturate costruite da scaffalature porta pallet.

É la scaffalatura stessa che viene utilizzata per "portare" la struttura dell'edificio compresa la relativa copertura.

Questo tipo di soluzione è indicato per magazzini di grande capacità.


  • Magazzini automatizzati


Qui le unità di magazzino vengono movimentate in maniera automatizzata come funzione informatica integrata del sistema di magazzino attraverso sistemi di trasporto comandati a distanza, senza conducente. L' uomo semplicemente programma e controlla le funzioni informatiche. queste operazioni vengono svolte in magazzini a scaffalature alte.


Il grado di automazione e integrazione informatica è al livello più alto.




Carelli elevatori





Tipi d' imballaggio

Ecco alcuni esempi...ma ce ne sono di infinite soluzioni










lay-out definitivo

2D



3D




2 visualizzazioni
Fenice
Via Francesco Daverio, 70
21100 Varese
P.iva:  03768260121
Tel:     +39 342 0417242
  • LinkedIn Icona sociale
  • Facebook