L’organizzazione del lavoro in magazzino: il picking.



In magazzino tra le tante operazioni svolte ce n'è una che è particolarmente importante per l' azienda: il picking.


Quest' operazione se non gestita al meglio può far perdere molto tempo agli operatori che movimentano la merce con la conseguenza di aumentare i costi del personale.

Il picking è un concerto di operazioni e di utilizzo dei mezzi che se fatto come si deve aiuta l' operatore a lavorare al meglio ma soprattutto a far risparmiare l'azienda riducendo il tempo di attraversamento della merce.

Questa fase è strettamente correlata all’organizzazione del lavoro, a come cioè gli operatori dovranno muoversi all’interno del magazzino affinché quest’attività sia sia la più efficiente possibile sia dal punto di vista ergonomico che dei tempi di esecuzione


Il magazziniere potrebbe trovarsi di fronte a due tipologie di sistemi.

Potrebbe dover prelevare su tutta l'area del magazzino o prelevare in una determinata "zona" con il conseguente consolidamento prima o durante l' imballaggio.

Nel primo caso i tempi di prelievo saranno più lunghi per ogni commessa dovuti ai tempi di percorrenza principalmente ma anche altri tempi morti (es stop, ripartenza, ecc.) che sono risolvibili in parte con i criteri ABC

Nel secondo caso avremo prelievi molto più veloci ma con rischio di accumulo merce in fase di consolidamento pre o post imballaggio a causa di righe d' ordine non ancora chiuse.

Il tutto sta nel trovare il giusto equilibrio tra le due modalità

La scelta di quale organizzazione adottare deve tenere in considerazione svariati parametri, che vanno dalle dimensioni e dal layout del magazzino, alla tipologia di prodotto che dovremmo gestire, alle modalità di arrivo degli ordini (cut-off a determinate ore - ordini continui) ma, ad ogni buon conto, sarà molto utile fare delle simulazioni preventive del diverso lead time che si potrà mediamente ottenere a fronte della specifica scelta.

Dobbiamo tenere presente che l’attività di picking è sempre e comunque composta da una serie di fasi, ripetitive e consecutive, che sarebbe opportuno misurare per determinare, con un buon grado di precisione, quale scelta organizzativa adottare.

Queste fasi, indipendentemente se gestite ancora manualmente (liste cartacee) oppure attraverso sistemi in RF, sono:

  • Tempo di presa in carico della lista di prelievo

  • Tempo di trasferimento per raggiungere la prima postazione di picking

  • Tempo di posizionamento sulla postazione, identificazione merce da prelevare, “lettura” e

“spunta” della liste di prelievo

  • Tempo di prelievo effettivo

  • Tempo di trasferimento al secondo punto di prelievo

  • Tempo di trasferimento dall’ultimo punto di presa alla zona di spedizione.




Con “work sampling” si potranno essere misurare le varie fasi del processo di picking , in modo da individuare gli eventuali "sprechi di tempo" e definire la miglior scelta organizzativa per il nostro magazzino.

Fenice, società di Consulenza specializzata nella Logistica e nei processi di ottimizzazione di contesti operativi, è in grado di supportare e guidare le Aziende per la scelta più idonea da adottare mediante studi di dettaglio sulle giacenze, sui flussi di movimentazione, sulle caratteristiche intrinseche dei prodotti da gestire nonché eseguendo attività di work sampling, in modo da garantire al Cliente la massima efficienza gestionale durante tutto il processo di picking.



1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti